Percorso introduttivo all'ascolto della musica

 

Diamo alcuni suggerimenti, che riteniamo possano costituire un primo valido percorso introduttivo all'ascolto di un brano musicale. Non dimenticate di valutare la durata dell'ascolto. Deve essere sempre breve in modo da non indurre i ragazzi a distrarsi.

  • Il compositore: le vicende biografiche, l'ambientazione storica, la società.
  • L'interdisciplinarità: un opera, sia essa musicale, pittorica o poetica non vive in un mondo astratto e isolato, ma è ricca di relazioni che possono costituire un importante argomento di interesse per il giovane studente. Introdurre all'ascolto partendo da una materia in programma (italiano, arte, storia, geografia) è il primo passo per rendere naturale l'approccio all'argomento musicale.
  • Gli stili: dal Barocco al Classico, da questo al Romantico, ma non solo. È possibile riconoscere un musicista semplicemente dall'ascolto della sua musica, così come si riconosce un pittore dalla sua tavolozza, dal disegno e da altre caratteristiche? Provate iniziando il confronto di epoche lontane tra loro.
  • Il periodo storico in cui l'opera è stata composta: normalmente si evita accuratamente il Novecento, mentre è il secolo che più potrebbe interessare il pubblico giovanile, perché nella musica di questo secolo confluiscono molti elementi riconducibili all'ambiente sonoro che essi meglio conoscono (per esempio Bartok, Stravinskij, Milhaud, Ravel ecc.).
  • Gli strumenti: la scelta del brano potrebbe anche essere una conseguenza dell'analisi di uno strumento. Non trascuriamo quelli che i giovani conoscono meglio perché vicini al mondo della musica "leggera" come ad esempio le percussioni, il clarinetto, la chitarra, etc.
  • I generi: esiste una musica cosiddetta di consumo e una musica "colta", ma nell'ambito di questi due poli vi sono infiniti generi. Non sarebbe possibile un ascolto mirato a riconoscere i vari generi (musica sinfonica, da camera, solistica, ecc.)?
  • L'analisi formale: come il musicista ha costruito il suo brano utilizzando gli elementi melodici, armonici, ritmici e strumentali.
  • L'interpretazione: siamo di fronte a uno dei più complessi e dibattuti argomenti che riguardano la musica: l'interpretazione. Auspicabile la possibilità di poter confrontare più esecuzioni. Meglio se ci si dedica a brevi frammenti: ciò consente di meglio memorizzare più esecuzioni e confrontarle fra loro. Utile anche il confronto di esecuzioni dello stesso brano con strumenti contemporanei e "antichi".